Food hacks: come evitare gli sprechi alimentari in cucina

In occasione della Giornata internazionale della Consapevolezza sugli sprechi e le perdite alimentari, alcuni consigli su come mangiare bene, organizzare la spesa e la dispensa evitando gli sprechi e ottimizzando le scorte. 

Giornata internazionale della Consapevolezza sugli sprechi alimentari

Quante volte capita di trovare in un angolo del frigo e della dispensa vecchi avanzi o prodotti in scadenza dimenticati. Oppure trovarsi a non sapere da dove iniziare per arrangiare un pasto last minute? Tra impegni lavorativi e non la frenesia delle giornate ci porta a essere disattenti su questo aspetto e mangiare in modo equilibrato e ridurre gli sprechi può diventare complesso.

Per questo è stata individuata nella data del 29 settembre la Giornata internazionale della Consapevolezza sugli sprechi e le perdite alimentari. Evitare gli sprechi è assolutamente un tema sempre più caldo sia per una questione economica che etica.

I trucchi per evitare gli sprechi alimentari

Consigliamo di adottare alcuni accorgimenti, sia nella spesa alimentare che nella conservazione dei cibi e organizzazione della dispensa. Perché ognuno di noi, nel suo piccolo, può fare tanto per ridurre gli sprechi, mangiare bene ed ottimizzare le scorte in dispensa, con beneficio per l’ambiente e per il portafogli.

1. Fare la lista della spesa e provare la spesa smart

Sembra banale, ma non lo è! Molto spesso le offerte o nuovi da prodotti in scaffali in posizioni strategiche ci spingono all’acquisto compulsivo e la dispensa e il frigo si riempiono di cibi che non consumiamo e rischiano di scadere prima che li consumiamo. Pianificare, sempre!

Una delle cause principali degli sprechi in cucina è l’acquisto impulsivo di alimenti. Prima di fare la spesa, è buona abitudine pianificare, certo senza paletti troppo restrittivi – ma con una logica i pasti per la settimana e fare una lista degli alimenti e bevande. Un modo semplice per ridurre gli sprechi e gli acquisti superflui, avendo tutto il necessario a portata di mano, può essere anche quello di scegliere i kit ricette e i piatti pronti e che aiutano ad avere sempre le quantità di nutrienti bilanciate nel cibo per ogni pasto.

2. Tutto al posto giusto! Riporre in modo organizzato gli alimenti e le bevande

Torniamo di fretta dalla spesa e mettiamo le cose in frigo e in dispensa un po’ a caso. Importante prendersi del tempo per fare mente locale ed organizzare gli spazi prima di riporre i nuovi prodotti, buttando il vecchio o recuperando. Si perché in un’organizzazione confusionaria rischiamo di dimenticare cosa abbiamo già e cosa no e quel che va consumato per primo. Inoltre ogni ripiano del frigorifero è pensato per riporre determinate categorie di alimenti: affettati e formaggi in alto, scatolette aperte e uova ancora nel piano superiore, pesce e carne cruda al primo ripiano in contenitori separati, frutta e verdura vanno nei due cassetti in basso nel frigorifero.

Food Storage Ello

3. “Non si butta via niente! Viva gli avanzi!

Con un po’ di creatività e attenzione infatti gli avanzi possono trasformarsi in deliziosi piatti nuovi. Alcuni esempi: del pollo rimasto o altre proteine animali o vegetali possono diventare uno degli ingredienzi per un insalata per un pranzo fit o la classica “schiscia” per il giorno dopo, il riso trasformarsi in un risotto al salto o essere utilizzato per degli arancini

4. Nuova vita agli scarti!

Una delle prassi più usuali in cucina è scartare parti di alimenti che in realtà sono perfettamente commestibili. Scegliendo prodotti di stagione, come i limoni o i mirtilli (Cortilia), ad esempio, è possibile utilizzare le bucce per aromatizzare piatti e preparare delle marmellate. Lasciarsi ispirare dagli ingredienti a disposizione, anche quelli più inusuali, per dare sfogo alla creatività è il segreto dei veri chef oltre che un modo per evitare sprechi tra i fornelli.

5. Meno cibi trasformati , più alimenti freschi

Limitiamo l’acquisto di cibi trasformati, in primis perché mediamente hanno scadenze più corte e inoltre potrebbero facilmente essere dimenticati nella dispensa o nel frigo. Meglio riservare il loro acquisto alle volte in cui non abbiamo tempo per preparare e vogliamo risolvere last minute la nostra cena. Per il day by day è consigliato dare priorità ai prodotti freschi, che in genere si conservano più a lungo e son anche più sani.

6.Imparare a dosare – Less is more!

Spesso in cucina ci si lascia prendere la mano e si cucina porzioni eccessive che prima o poi capitolano in pattumiera. Utilizzare piatti più piccoli o imparare a dosare meglio le quantità, partendo proprio dalla pianificazione della spesa, per ridurre gli sprechi e mantenere una dieta equilibrata è un trucchetto semplice e a portata di tutti. Un esempio, i kit ricetta di Cortilia: dal kit aperitivo a quello per una carbonara perfetta: anche per una cena con amici, sbagliare le quantità è impossibile!

7. E se esageriamo con le dosi…surgelati alleati!

Il freezer è l’alleato numero uno contro gli sprechi alimentari. Oltre ad essere utile per riporre alimenti già surgelati, ci consente di fare acquisti in quantità maggiori o preparare porzioni più abbondanti, per poi congelarle ed averle già pronte al momento dell’utilizzo. L’idea per evitare sprechi è congelare gli alimenti dopo l’acquisto o dopo la preparazione, fare porzioni piccole, magari con quantità differenti. In questo modo possiamo scongelare all’occorrenza solo quel che ci serve in base al numero di commensali o in base all’appetito del momento.

In occasione della Giornata internazionale della Consapevolezza sugli sprechi e le perdite alimentari, Cortilia, leader nella spesa online di qualità

dà il proprio contributo per sensibilizzare sull’importanza delle azioni quotidiane. Come? Condividendo i trucchi per mangiare sano senza sprecare cibo, soldi e tempo in cucina con la settimana anti-spreco, sul sito di Cortilia, per celebrare questa occasione speciale, sarà possibile acquistare ad un prezzo super: Green Box Cortilia

8. La spesa ecosostenibile

Nella scelta degli alimenti da acquistare, cerchiamo di non scordare la salvaguardia dell’ambiente. Come? Scegliendo prodotti freschi sfusi o più possibile confezionati in modo sostenibile e/o con imballi realizzati con materiali riciclabili o biodegradabili, pensati ridurre l’impatto ambientale.