Galway, Irlanda tra ostriche e whiskey

Un festival dedicato alle ostriche e percorsi tematici per frutti di mare e whiskey dalle coste del Connemara. È ufficialmente iniziato il periodo migliore per gustare i molluschi più controversi ma allo stesso tempo ricercati, le ostriche! L’allevamento irlandese di ostriche è sempre più in auge per il pregio dei molluschi proposti. Il segreto? Acque pulite e allevamenti sostenibili.

Whiskey irlandese, ostriche e frutti di mare?


Galway Hooker whiskey

Pensando alle eccellenze gastronomiche tipicamente irlandesi con cui si possono abbinare, oltre all’abbinamento più conosciuto con la birra stout più famosa al mondo, la Guinness, non tutti sanno che anche il whiskey è molto apprezzato insieme alle ostriche.

Ebbene sì questo tipo di distillato che sta diventando sempre più popolare come compagno ideale per la regina dei frutti di mare, forte e delicata al tempo stesso.

Ostriche e frutti di mare

Il luogo ideale per gustare entrambi è Galway, nella cui contea, al largo della baia di Ballinakill, lungo le coste del Connemara, nel 1893, nacque l’allevamento DK Oysters, uno dei più antichi dell’isola. È ancora attivo ed è tra quelli più apprezzati della Wild Atlantic Way

…e Il whiskey Connemara

Pensando a legami ideali e simbolici, Connemara è proprio il nome dell’unico whiskey torbato (nonché unico single malt) dell’isola che con le sue note affumicate rappresenta uno degli abbinamenti più particolari e indicati.

Prodotto dall’antica distilleria Kilbeggan, che produce anche un altro whiskey ideale per l’abbinamento con le ostriche, ovvero il Killbeggan Small Batch Rye – dal 1890, con il 30% di malto di segale.

Galway il luogo ideale per ostriche e whiskey

Il Festival Oyster e Seafood: dal 22 al 24 settembre

La zona vanta addirittura un’ostrica indigena (la piatta di Galway) e il festival più antico del mondo: l’Oyster & Seafood Festival, in programma a Galway dal 22 al 24 settembre 2023, che offre più di un ottimo motivo per programmare un viaggio last minute di fine estate.

L’ostrica piatta di Galway

Nato nel 1954 fa da apripista alla nuova stagione delle ostriche locali e offre un ricco programma davvero per tutti i gusti. Tra degustazioni, incontri, piatti a base di ostriche e frutti di mare della Wild Atlantic Way e momenti più “ludici” come la competizione di eco mondiale di apertura delle ostriche.

Anche la parata Masquerade Mardi Gras, che colora le vie medievali della città anche in omaggio ai vincitori delle sfide e la musica e i balli per le strade della cittadina sono una piacevolissima costante di questo festival di tre giorni.

Il programma del festival

Tour del territorio di Galway

Tigh Neachtain

Se non si può raggiungere Galway nei giorni del festival, la bontà di ostriche e frutti di mare può essere testata prenotando una visita in uno degli allevamenti della zona. Consultando l’elenco presente sul sito del Board Iascaigh Mhara – Ireland’s Seafood Developement Agency, in un luogo mitico come l’antico Moran’s Oyster Cottage o facendo un po’ di tappe lungo il Galway Seafood Trail.

Un altro locale intereressante Tigh Neachtain, antico e nobile pub aperto nel 1894,  oppure da visitare se si ama il minimalismo stilistico e ricco di sapori, lo stellato Aniar  nel West End di Galway.

Per scoprire i whiskey

Mette insieme 12 luoghi che hanno un ruolo significativo per il patrimonio culturale legato al whiskey della città, toccando i migliori bar e punti vendita. Ogni tappa porta con sè una storia e gli amanti del whiskey rimangono affascinati dalla varietà dell’offerta e dalla calda ospitalità di pub. Un esempio? Da Sonny Molloy’s, qui è possibile immergersi nell’affascinante storia dell’iconica Persse Distillery o dove scoprire ospita anche i chapters 1, 2, 3 e 4 della Midleton’s, Silent Distillery Collection, il whiskey irlandese più raro mai prodotto!
 

Whiskey Locali

  • Da Freeneys
    è possibile scegliere tra un’impressionante selezione di whiskey locali e non solo.

    In uno spazio raccolto, che fino a poco tempo fa fungeva anche da negozio di generi alimentari.
  • The King’s Head, situato in un edificio che ha ben 800 anni e conserva dettagli medievali del tempo nonché uno dei principali locali musicali di Galway.
  • Altre tappe lungo il percorso includono Garavan’s, un locale noto per i suoi whiskey che delizia gli avventori da generazioni
  • il pluripremiato Blake’s Corner Bar, che offre la rinomata degustazione di whiskey “Four Corners of Ireland
  • il suggestivo O’Connell’s, dove Ed Sheeran ha girato il video della sua canzone di successo Galway Girl.
     
  • Da An Púcán, si può fare un vero e proprio giro del mondo del whiskey grazie alla più ampia selezione di whisky della città del locale. Oltre 200 whiskey irlandesi e whisky scozzesi, americani, giapponesi e di altri paesi del mondo.

Tigh Neachtain e il coloratissimo Sonny Molloy’s

Il punto di incontro tra il percorso dedicato ai frutti di mare e quello dedicato al whiskey irlandese esiste ed è rappresentato da due pub storici:

Tigh Neachtain e il coloratissimo Sonny Molloy’s di cui merita anche una menzione speciale la degustazione di whiskey irlandese più cara del mondo: costa 2.750 euro e mette insieme vere e proprie rarità di qualità eccelsa e praticamente introvabili.

Raccomandazione per gli abbinamenti

Per effettuarli al meglio è consigliato disporre di un vaporizzatore di tipo alimentare per non annientare il gusto dell’ostrica come avviene quando la si annega erroneamente con il tabasco.
Il passaggio deve essere leggero e delicato, con un paio di spruzzate appena e a circa 15-20 centimetri di distanza per disperdere l’alcol e sentire solo gli aromi. 
Un' eventuale sorsata deve avvenire rigorosamente dopo aver degustato l’ostrica e aver avuto il tempo di farsi inebriare dalla complessità dei suoi sentori: nel caso della piatta di Galway, annovera anche sfumature di nocciola, ideali per i distillati con note leggermente speziate.

www.irlanda.com