I trend food and beverage 2024

Il cibo si conferma sempre più al centro delle relazioni sociali. Fin qui niente di nuovo, ma quali sono le tendenze nel mondo della ristorazione e del food più in generale?
Il report annuale di TheFork individua anche alcuni dei macrotemi di interesse per comprendere le tendenze di quest’anno.

Cosa ci aspetta quest’anno

  1. Riconnessione alla tradizione
  2. Benessere corpo mente
  3. Ecosistemi culinari virtuosi
  4. Experience e entertainment
  5. Ricerca di prodotti unconventional

La cucina della tradizione: bisogno di connessione e autenticità

È sempre più forte e sentito il bisogno di trovare una sorta di connessione e autenticità genuina con il cibo e con la cucina. Rivolgersi quindi a una cucina conosciuta è sempre rassicurante. Una cucina che racconta una storia, chef che si fanno portavoci di tradizioni culinari e nel portarle avanti

Cucina per il corpo mente nel rispetto del pianeta

Nutrirsi con ciò che fa bene a mente e corpo

Nella cucina si ritrova un bisogno di riconnettersi con il corpo e la natura. Quindi nutrirsi con ciò che fa bene alla salute mentale e fisica e al pianeta. La cucina come strumento terapeutico porta i ristoranti a reimmaginare le proposte, a partire dagli ingredienti per arrivare a uno stile di esperienza che coinvolga a tutto tondo tenendo al centro il benessere e il gusto.

Anche la Generazione X sta maturando e invecchiando, così nuovi prodotti si stanno aprendo la strada, andando a popolare stili di vita alternativi e differenziati. Il nuovo focus sarà puntare ad allungare la vita in buona salute. Con l’allungarsi della vita media, molti di questi nuovi anziani saranno anche i caregiver e i decision makers per gli acquisti che riguardano i loro genitori.

Alla ricerca di un ecosistema culinario virtuoso

È una tendenza di fondo, che continua ad evolversi con il diminuire delle risorse, intensificarsi di crisi e conflitti globali. L’industria alimentare è in movimento e non ha intenzione di fermarsi, tanto da prendere anche talvolta decisioni forti e radicali, per portare al cambiamento.

Parole d’ordine Zero waste, riciclo, ingredienti di provenienza locale, agricoltura sostenibile, una politica equa. Chef e ristoranti stanno raddoppiando gli sforzi per garantire a tutti l’accesso a una dieta sana, buona e virtuosa.

La cucina come experience e entertainment

La cultura pop è al centro del desiderio esasperato di intrattenimento dei consumatori, costantemente alla ricerca di emozione e nuove sensazioni. Si cerca oltre al cibo, al nutrimento, qualcosa che sia memorabile e condivisibile. Il cibo si evolve con le influenze, le celebrità e le tendenze dei social. Sapori esplosivi, possibilità illimitate, collaborazioni inaspettate… Il cibo è sempre più uno spettacolo in scena.

Esperienze di prodotto unconventional

In particolare i consumatori della Generazione Z sono alla costante ricerca di esperienze di prodotto fuori dal comune, prodotti non convenzionali. I giovani sostengono dunque brand che si dedicano all’innovazione e a proporre nuove edizioni speciali di prodotto. Dunque le proposte limited edition sono il mezzo perfetto per creare entusiasmo nel consumatore, fornendo nuove esperienze e nuove occasioni di interazione con i brand.  Le limited edition, così come in ogni mercato, anche in quello food creano un senso di urgenza e una sensazione di esclusività, ma allo stesso tempo portano a un senso di appartenenza e di coinvolgimento di chi riesce ad accedervi.

Come si traducono le tendenze nella ristorazione?

Le persone cercano di tornare a esperienze culinarie di un tempo in modo nostalgico ma ricercato. Ci si muove alla ricerca esperienze culinarie intime, autentiche e uno stile di cucina sincero, umile, vero.

Incontrarsi a tavola per convivialità

Mangiare è il momento in cui riunirsi in famiglia o con amici o anche per lavoro per condividere un buon pasto sincero intorno a cucina tradizionale e vera e in luoghi autentici (chic o popolari). Come già in sviluppo anche a Milano, capoluogo dei trend nella ristorazione in Italia, si torna alla ricerca di una cucina da osteria e piatti condivisi, dove il prodotto è al centro.

In Europa tornano in voga le locande di una volta. I piatti da condividere stanno conquistando i tavoli dei ristoranti e si torna a grandi tavolate, alle volte anche da condividere come si usa in Spagna, che favoriscono la conversazione.

Celebrazione della tradizione in cucina

La celebrazione della cucina tradizionale e popolare, che mette in evidenza chi se ne fa portavoce e le tecniche e conoscenza dei luoghi. Tornano così in uso tecniche di cottura di un tempo come quella a a fuoco vivo o al forno, tutto rigorosamente a vista. Nei menù non mancano piatti da condividere sempre stile tapas.

Ingredienti in ascesa

Nei piatti, burri aromatizzati con erbe, fiori e peperoncini spuntano nel menù di molti ristoranti pensiamo al Pacchero fresco, raspa düra lodigiana, burro mantecato e aromatizzato alle erbe di Locale a Milano. Negli aperitivi e nei piatti il pesce in scatola, come le sardine, le aringhe e gli sgombri. Tra gli alcolici, i tradizionali asiatici, come il Sake e il Soju.
Le carni di cervo e cinghiale pensiamo al tataki di cervo de La Locanda di Villa Gaia a Venas di Cadore.