Identità Milano 2024: la disobbedienza

Al via la 19esima edizione di Identità Milano 2024, il Congresso internazionale di alta cucina, pasticceria, mixology e servizio di sala di Identità Golose .Il tema è molto ambizioso e non vediamo l’ora di vedere come si svilupperà .”NON ESISTE INNOVAZIONE SENZA DISOBBEDIENZA: LA RIVOLUZIONE OGGI”

Se una tradizione nasce da una novità, una novità da dove nasce? Questa la riflessione al centro di Identità Milano 2024, il Congresso Internazionale di alta cucina, pasticceria, mixology e servizio di sala che torna dal 9 all’11 marzo all’Allianz MiCo di Milano, per la sua 19a edizione.

La 19esima edizione del Congresso Internazionale di alta cucina

Il tema 2024 “La disobbedienza“, cosa si intende?

Il tema scelto ques’anno è la disobbedienza, intesa come la forza innovativa della cucina come strumento per cambiare le regole del gioco, osare e scegliere nuove direzioni. Come in altri settori abbracciare il nuovo, senza più chiedersi da dove nasca l’abitudine, bensì cercando e portando alla luce la novità.

Ancora una volta rivoluzione, ma partendo da altri presupposti rispetto al tema di Identità Golose 2023. Per la 19a edizione del Congresso fondato da Paolo Marchi e Claudio Ceroni l’impegno è dato nell’offrire spazio alla condivisione di idee e a dibattiti che coinvolgono grandi chef, pizzaioli, mixologist, maestri dell’ospitalità, artigiani, produttori e anche esponenti del mondo della cultura, dell’economia e della televisione.

L’obiettivo del Congresso dedicato alla ristorazione

Come non subire gli eventi in ogni ambito della ristorazione – dalla sala alla cucina, dai rapporti umani e professionali – e affrontarli come attori consapevoli di nuove modalità di organizzazione e comunicazione, fino alla gestione della carta dei vini e della vendita online. Un’invito a riscrivere le regole quest’edizione 2024, ipotizzare scenari alternativi, nuovi inediti.

Il programma

Le novità 2024

Guide, Libri, Speciale Hospitality e un posto d’onore alla colazione italiana

Dal 9 al 11 Marzo, Identità Milano 2024 rivelerà interessanti novità e piacevoli sorprese. Tra queste, spicca l’annuncio della terza edizione della guida di “Bollicine del mondo”, by Paolo Marchi e Cinzia Benzi, sull’esplorazione della migliore produzione di spumanti a livello internazionale, incarnando l’apice della convivialità e dell’esperienza di viaggio.

Un’altra aggiunta di rilievo è Identità Libri, una sezione dedicata alla presentazione di opere letterarie incentrate sul mondo culinario. Inoltre, l’evento includerà una Speciale Ospitalità, un’area dedicata al settore dell’ospitalità con talk show e figure di spicco nel panorama internazionale dell’hôtellerie. Una lounge appositamente concepita per la colazione all’italiana, curata da 1895 Coffee Designers by Lavazza, si unirà all’evento, insieme a una collaborazione speciale con il Perù e una serie di eventi straordinari che arricchiranno ulteriormente gli spazi dell’area espositiva, focalizzata su pizza e cocktail d’autore.

Gli ospiti internazionali non mancheranno durante i tre giorni di congresso, con la partecipazione di figure di spicco come Alain Ducasse, Oriol Castro, Eduard Xatruch e Mateu Casañas di Disfrutar (Barcellona), Rasmus Munk di Alchemist (Copenhagen), René Frank di Coda (Berlino), Malena Martinez di Mater Iniziativa (Lima), Tomas Kalila di Mishiguene (Buenos Aires – Argentina), Mehmet Gürs e Cemre Torun di Cradle of Food, Maksut Askar di Neolokal (Istanbul), Bruno b di Table (Parigi), Shingo Gokan e molti altri.

Forti delle passate edizioni restano invece le sezioni dedicate al Formaggio, Identità di Pizza, Identità di pasta, Identità dolce, Golosi di Identità, una sezione promossa da Fondazione Cotarella per parlare di territorio, salute, formazione e disturbi alimentari, Identità di Pesce, Identità Vegetali e Identità Cocktail.

Il programma completo del Congresso e le attività dell’area espositiva sono consultabili sul sito di Identità Golose: identitàgolose.it

About Identità Golose

Identità Golose vede la sua origine nel gennaio del 2005 come il pionieristico congresso italiano dedicato alla cucina d’autore, concepito da Paolo Marchi. Organizzato da MAGENTABureau per oltre quindici anni, il congresso offre una piattaforma in cui si esibiscono i maggiori esperti della cucina e della pasticceria, provenienti da Italia e oltre confine. Questi chef sono riconosciuti per la loro capacità di conferire un tocco distintivo al loro lavoro, navigando tra le radici della tradizione e gli itinerari della creatività.